Raffaele Rialdi

Vevy Europe / Owner

Raffaele Rialdi è Consulente e imprenditore che ha focalizzato la sua attività nella progettazione e sviluppo di sistemi basati su tecnologie Microsoft, di cui è docente e speaker da molti anni. Dopo lunghi anni di sviluppo C++ e COM ha pienamente abbracciato la piattaforma .net su cui ha sviluppato soluzioni mission critical con C# e oggi vive con grande piacere il ritorno dello sviluppo nativo con il nuovo standard C++11 e il Windows Runtime per lo sviluppo di applicazioni Metro. Dal 2003 è MVP per la categoria Developer Security.

Twitter: raffaeler
Linkedin: http://it.linkedin.com/in/raffaelerialdi/it

Sessioni

Visual Studio - VS008 - Performance al massimo grazie al codice dinamicamente tipizzato con C#

Il codice dinamico da sempre non va d'accordo con le performance e, per esempio, le tecniche di reflection usate per scrivere codice dinamico sono spesso causa di evidente rallentamento. Inoltre la mancanza di tipizzazione rende vana la possibilità di avvalersi dei servizi del compilatore. Un primo grande aiuto viene dalle Linq Expression, da tempo parte del linguaggio ma spesso evitate per la loro complessità, che forniscono la possibilità di generare a runtime (metaprogramming) codice paritetico a quello compilato durante lo sviluppo. Un secondo grande aiuto viene da .NET Compiler Platform (Roslyn) che permette di generare e compilare sorgente a runtime. Durante la sessione entreremo nel vivo di queste tecniche e vedremo come poter sfruttare al meglio queste tecniche che abilitano a scenari di codice dinamicamente tipizzato a runtime.

  • Livello: 400
  • Giorno: Martedì 1 - Orario: 19:00 - 20:00 - Sala: Sala Verde
  • Track: Visual Studio

Visual Studio - VS013 - Come, quando e perchè usare le Reactive Extensions

Le reactive extensions sono librerie che semplificano drasticamente gli scenari in cui l'observer pattern risulti appropriato. Tutti gli scenari dove la logica viene guidata da eventi si prestano ad essere risolti con le RX extensions. Gli esempi tipici sono messaggi da una coda o dalla rete, eventi di UI come il mouse e la tastiera, eventi di sensori, eventi schedulati ed altro ancora. La sorgente dati si espone come publisher e i subscriber possono avvalersi di potenti extension method, analoghi a quelli di Linq, per filtrare, trasformare, unire e aggregare lo stream di dati. Nel corso della sessione, dopo una introduzione delle RX extensions per .NET, vedremo molti esempi di codice con casi d'uso pratici e reali.

  • Livello: 300
  • Giorno: Martedì 1 - Orario: 16:30 - 17:30 - Sala: Sala Gialla
  • Track: Visual Studio